Whistleblowing

 

Benvenuti nel nostro canale di segnalazione

È possibile utilizzare il nostro canale di segnalazione interna, o funzione di whistleblowing, per segnalare sospetti di cattiva condotta e illeciti nella nostra organizzazione.

L’obiettivo della nostra funzione di whistleblowing è quello di offrire una migliore opportunità di rivelare varie forme di cattiva condotta, nonché di fornire una maggiore protezione al segnalante. Garantiamo che il vostro caso e la vostra identità saranno trattati in modo confidenziale. Siete inoltre protetti da eventuali ritorsioni.

Cosa si può segnalare?

Quando si invia una segnalazione, è necessario avere validi motivi per ritenere che le informazioni fornite siano vere al momento della segnalazione.

Lo scopo del canale di segnalazione è quello di prevenire e rilevare frodi e corruzione, attività illegali e non conformità alle norme in una serie di settori. Può anche riguardare attività illegali, non etiche o dannose che possono avere un impatto negativo sugli altri. Ad esempio:

  • Criminalità finanziaria e frode
  • Corruzione e concussione
  • Reati ambientali o rischi per la salute e la sicurezza
  • Violazioni deliberate della legge.

La cattiva condotta non deve essere necessariamente attuale o in corso, ma può essere applicata anche alla segnalazione di una cattiva condotta precedente.

Lo scopo di questo servizio non è quello di esprimere l’insoddisfazione per le condizioni di lavoro, l’organizzazione o la gestione, o i conflitti sul posto di lavoro. Le segnalazioni di comportamenti scorretti che riguardano esclusivamente il whistleblower o la sua situazione lavorativa non sono generalmente considerate un caso di whistleblowing.

I canali attraverso cui è possibile inoltrare la segnalazione interna

In conformità a quanto previsto dalla normativa, il whistleblower potrà far pervenire la propria segnalazione:

  1. redigendo una segnalazione scritta, da far pervenire in busta chiusa con la dicitura “RISERVATA”/“PERSONALE” tramite posta ordinaria o raccomandata a.r. o a mano o tramite posta ordinaria indicando chiaramente : OdV Casa di Cura Bonvicini C/O Ing. Camin Andrea, Via Garibaldi 47, Villa Lagarina 38060 (TN) indicando un indirizzo, ovvero un recapito mobile, onde gestire la segnalazione; la segnalazione dovrà essere inserita in due buste chiuse, includendo, nella prima, i dati identificativi del segnalante, unitamente a un documento di identità ove si ritenga di non svolgere la segnalazione in via anonima; nella seconda, l’oggetto della segnalazione; entrambe le buste dovranno poi essere inserite in una terza busta riportando, all’esterno, la dicitura “riservata al gestore della segnalazione”. La segnalazione anonima sarà possibile renderà difficile la possibilità di effettuare l’analisi della stessa e la tutela del segnalatore.
  2. oralmente, contattando il numero +39 335 659 5815, chiedendo un appuntamento telefonico o vis a vis con l’Organismo di Vigilanza Ing. Camin Andrea.

Nel caso in cui la segnalazione avvenga utilizzando la linea telefonica al numero sopra indicato o personalmente, la segnalazione viene documentata per iscritto dall’ODV mediante resoconto dettagliato della conversazione e la persona segnalante può verificare, rettificare e confermare il contenuto della trascrizione mediante la propria sottoscrizione, qualora sia stato fornito un recapito.

L’ODV ed il Segnalante potranno utilizzare il modulo “Whistleblowing – Modulo segnalazione”.

Cosa deve contenere la segnalazione

La segnalazione deve essere precisa e contenere elementi sufficienti per poter essere valutata ed analizzata. Ai fini dell’ammissibilità, è necessario che, nella segnalazione, risultino chiare:

  • le circostanze di tempo e di luogo in cui si è verificato il fatto oggetto della segnalazione e, quindi, una descrizione dei fatti oggetto della segnalazione, che contenga i dettagli relativi alle notizie circostanziali e, ove presenti, anche le modalità attraverso cui il segnalante è venuto a conoscenza dei fatti;
  • le generalità o altri elementi che consentano di identificare il soggetto cui attribuire i fatti segnalati.

Alla luce di queste indicazioni, la segnalazione può, quindi, essere ritenuta inammissibile per:

  • mancanza dei dati che costituiscono gli elementi essenziali della segnalazione;
  • manifesta infondatezza degli elementi di fatto riconducibili alle violazioni tipizzate dal legislatore;
  • esposizione di fatti di contenuto generico tali da non consentirne la comprensione agli uffici o alla persona preposti;
  • produzione di sola documentazione senza la segnalazione vera e propria di violazioni.

Al riguardo, si ricorda che i dati identificativi della persona segnalante e il recapito a cui comunicare i successivi aggiornamenti sono elementi essenziali affinché la segnalazione venga considerata e gestita come segnalazione whistleblowing.

Alla luce di quanto descritto, nel caso in cui la segnalazione risulti improcedibile o inammissibile, l’ODV può procedere all’archiviazione, garantendo comunque la tracciabilità delle motivazioni a supporto.

Segnalazione esterna

Il canale di segnalazione esterna è affidata all’ANAC che, con l’entrata in vigore del decreto legislativo in oggetto, potrà ricevere e dovrà gestire anche le segnalazioni esterne provenienti da soggetti appartenenti al settore privato. Segnalazioni, queste, che, ai sensi dell’art. 6, potranno essere effettuate al ricorrere di una delle seguenti condizioni:

  • in mancanza di previsione o di attivazione di un canale di segnalazione interno nel contesto lavorativo di appartenenza, ovvero in presenza di un canale di segnalazione non conforme a quanto previsto dall’art. 4;
  • nell’ipotesi in cui la segnalazione effettuata tramite il canale interno sia rimasta senza seguito;
  • nell’ipotesi in cui il segnalante abbia fondati motivi di ritenere che se effettuasse una segnalazione interna, la stessa rimarrebbe senza seguito, ovvero possa determinare il rischio di ritorsione;
  • nell’ipotesi in cui il segnalante abbia fondati motivi di ritenere che la violazione possa costituire pericolo imminente per il pubblico interesse.

 

La Casa di Cura Bonvicini è convenzionata con l’Azienda Sanitaria Locale.

È possibile prenotare le proprie sedute di Fisioterapia portando l’impegnativa direttamente all’accettazione degli ambulatori in Casa di Cura.

Convenzioni con
l’Azienda Sanitaria Locale

Die Bonvicini Klinik ist mit dem Sanitätsbetrieb konventioniert.

Die Physiotherapiesitzungen können direkt in der Fachambulanz der Klinik unter Vorlage der entsprechenden Verschreibung vorgemerkt werden.

Konvention mit
dem Sanitätsbetrieb