CASA DI CURA BONVICINI

Storia

Casa di Cura foto dl'epoca

L’edificio, ora occupato dalla Casa di Cura Bonvicini, ha oltre un secolo di vita. Sorto come villa monofamiliare, fu poi trasformato in pensione per ospiti. Confiscato dopo la Prima Guerra Mondiale, fu assegnato all’Opera Combattenti che lo affittò a varie gestioni.

Nel 1928 il Dott. Von Hepperger lo adibì a clinica chirurgica a Suo nome.
Successivamente fu destinato a caserma dei Carabinieri; dopo l’8 settembre 1943 venne occupato dalla S.O.D. e adibito a sede di comando dell’Alpenvorland che fece costruire ampie gallerie per ospitare gli uffici al riparo da incursioni aeree.


Alla fine della Seconda Guerra Mondiale, l’edificio abbandonato fu preda di vandali prima di essere ripreso in consegna dall’Opera Combattenti che lo cedette alla famiglia Bonvicini nel 1951. 
Nel 1966 nacque la casa di Cura Bonvicini con indirizzo chirurgico e di medicina generale, dedicato alla memoria del Dott. Luciano Bonvicini, farmacista, primo sindaco di Bolzano dopo la Seconda Guerra Mondiale. 
Dal 1980 la Casa di Cura svolge attività di riabilitazione e lungodegenza post-acuzie.